La Corte Costituzionale con la sentenza n. 254/2006 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 19, comma 1, delle disposizioni preliminari del Codice civile nella parte in cui prevede che i rapporti patrimoniali tra i coniugi sono disciplinati dalla legge nazionale del marito al tempo della celebrazione del matrimonio. La Consulta infatti ritiene tale disposizione è discriminatoria «nei confronti della moglie per ragioni esclusivamente legate alla diversità di sesso»Corte Costituzionale 4 luglio 2006, n. 254. …

Potrebbero interessarti anche questi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *